Home » Campagna elettorale 2014 » Proposte e best practices a livello sociale per il benessere dei cittadini

images (1)08/04/2014 – Il livello di benessere di un paese e il buon funzionamento della cosa pubblica si misura anche  soprattutto da come sono organizzati i servizi che ciascun comune offre alle fasce sociali più deboli e disagiate. In questi tempi di crisi a maggior ragione, l’aspetto sociale acquista una rilevanza preponderante a cui bisogna rispondere ottimizzando le risorse e i servizi al fine di soddisfare non solo le emergenze quotidiane, ma anche di promuovere una coscienza sociale diversa. Coscienza nuova che si acquisisce mettendo a disposizione quanto ciascuno può dare delle proprie capacità o del proprio tempo a servizio della comunità.

La presenza delle associazioni diventa in questa particolare contingenza fondamentale per organizzare e sostenere le attività che l’amministrazione comunale intende promuovere. Tale bagaglio di esperienze e di conoscenza della realtà del nostro territorio può essere maggiormente valorizzato creando una collaborazione attiva.

Nei prossimi articoli troverete tutte le proposte che verranno sottoposte agli elettori dalla lista “Progetto Comune” a sostegno della candidatura a Sindaco di Giusto Maurig. I punti del programma verranno declinati rispetto ai vari soggetti che direttamente o indirettamente beneficeranno di questi provvedimenti, dando quindi importanza non al settore in sé (welfare), bensì ai vari gruppi di persone interessate (infanzia, adolescenza, over 65, per tutti).

 

4 thoughts on “Proposte e best practices a livello sociale per il benessere dei cittadini

  1. strano leggere simili parole da parte di chi non ha fatto nulla per facilitare l’apertura di un babyparking o di un dopo scuola o di una sala per il benessere fisico (o che ha multato chi apre i propri spazi per ospitare feste GRATUITE rivolte alla cittadinanza) ma ha permesso l’apertura di un centro massaggi cinese a Villanova dello Judrio

    • Non ho seguito direttamente le iniziative alle quali ti riferisci ma so che l’amministrazione comunale ha sempre sostenuto iniziative economiche o associative purché rispondenti ai criteri fissati dalla normativa, questo a prescindere da qualsiasi altra considerazione. Ma se ti fa piacere, ne parleremo di persona.

      • Senza alcuna polemica ma se mi permetti io sottolineo che a San Giovanni non vi è nulla per i giovani e sopratutto a livello economico siam messi molto male, auspico che tu possa rivoluzionare questa situazione che veramente è disastrosa.

        • Ci proveremo. Nella nostra lista ci sono molti giovani che desiderano dare un contributo anche in questo senso. Un Saluto, Giusto Maurig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *