Home » Comune di San Giovanni al Natisone » Bogaro: bambini e famiglie fulcro delle attività culturali

04/02/2015 – I bambini, i ragazzi e le loro famiglie sono il fulcro delle politiche culturali e formative realizzate in questi primi mesi e continueranno a esserlo», spiega il vicesindaco Anna Bogaro.

«Il sostegno alle scuole, da quella per l’infanzia alla sede locale del Malignani, la rassegna teatrale, il corso di genitorialità, il lavoro costante della biblioteca con attività laboratoriali realizzate nelle scuole sono tutte azioni volte a dare risposte concrete ai più giovani e alle loro famiglie, nella speranza di contribuire a costruire il futuro di una comunità più viva dal punto di vista culturale e sociale. Devo dire che la partecipazione finora è stata ottima. Per esempio, il corso di genitorialità ha raggiunto 43 iscrizioni, più del doppio dei posti disponibili. Anche gli eventi più strettamente culturali, come quello che ci vede per la prima volta nel cartellone del festival Cormònslibri, hanno ricevuto una risposta molto positiva dal pubblico. Come i cittadini avranno notato, villa de Brandis è finalmente posta al centro delle attività culturali del comune e stiamo lavorando per rendere facilmente fruibile anche il parco e il brolo».

Ma le attività nel settore non si esauriscono qui. «Per la prima volta l’amministrazione comunale di San Giovanni al Natisone ha organizzato una rassegna teatrale dedicata ai bambini e alle loro famiglie, con quattro spettacoli tra novembre e febbraio (il prossimo sarà il 22 febbraio con “Fortunato e i tre capelli d’oro dell’orco”) in collaborazione con il Cta di Gorizia. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito, la domenica pomeriggio alle 16.30 all’auditorium delle scuole, con la volontà di creare un’occasione per vivere un’esperienza culturale e di divertimento condivisa da genitori e figli», conclude Bogaro.

Gessica Mattalone | Fonte: Messaggero Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *