Home » Comune di San Giovanni al Natisone » Lettera aperta sulle attività culturali del Comune di San Giovanni al Natisone

Egr. Signor Sindaco,

leggo sul Messaggero Veneto di mercoledì 4 febbraio u.s. che l’assessore alla cultura prof. Anna Bogaro si compiace del fatto che “Villa de Brandis è finalmente posta al centro delle attività culturali del comune”.

Vorrei precisare a tale proposito che durante tutto il mio mandato come assessore alla cultura Villa de Brandis ha sempre avuto un ruolo centrale nei programmi culturali proposti dall’Amministrazione comunale.

Questo sottolineo, non per puntualizzare un merito personale, ma per evidenziare le indubbie capacità di tutto lo staff dell’ufficio cultura che, sia per quanto concerne la biblioteca, sia la Villa in senso stretto, ha sempre trovato, pure con il progressivo ridursi dei fondi a disposizione, proposte culturali interessanti per tutte le fasce d’età.

Le mostre, i concerti, le letture, le presentazioni di libri e i laboratori a tema tenutisi in Villa de Brandis sono tutti riportati nelle relazioni annuali che sono state poste agli atti.

Naturalmente è sempre possibile, anzi è doveroso, ricercare il costante miglioramento dell’offerta culturale, ma ritengo che quanto fatto in passato debba considerarsi comunque un valore aggiunto da cui proseguire e non debba essere oscurato per la diversità di appartenenza politica dell’amministrazione in carica rispetto alla precedente.

Distinti saluti

San Giovanni al Natisone, 5 febbraio 2015

 

Giusto Maurig

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *