Home » Comune di San Giovanni al Natisone » L’accordo di programma per lo sviluppo dell’economia del distretto della sedia

Qui di seguito l’Accordo di Programma (Regione Autonoma FVG) per lo sviluppo dell’economia del distretto della sedia con il Sindaco di Manzano e San Giovanni al Natisone (allegato tratto dal sito della Regione).

 
PREMESSE
– che in data 15.05.2006 è stato sottoscritto un verbale d’intesa tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine e i Comuni di Palmanova, San Vito al Torre, Chiopris – Viscone, San Giovanni al Natisone e Manzano per la condivisione del tracciato di collegamento tra l’autostrada A4, in corrispondenza del nodo di Palmanova, e la S.S 56 in comune di Manzano; 
– che il tracciato definito con il sopra richiamato verbale d’intesa è stato quindi sottoposto a procedura di V.I.A. ricevendo con D.G.R. n. 1370 di data 08.06.2007 la compatibilità ambientale con alcune prescrizioni;
– che in data 25.09.2007 è stato sottoscritto un verbale tra la S.p.A. Autovie Venete, in qualità di soggetto delegato alla progettazione e alla realizzazione dell’opera, e il servizio V.I.A. della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia per chiarire alcuni aspetti legati alle prescrizioni rilasciate in sede di V.I.A.;
– che il progetto preliminare dell’opera è stato quindi approvato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con D.G.R. n. 2476 di data 09.11.2007;
– che in data 23.01.2009 è stato sottoscritto tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine e i Comuni di Palmanova, Visco, San Vito al Torre, Chiopris-Viscone, San Giovanni al Natisone e Manzano un atto aggiuntivo al verbale d’intesa di data 15.06.2006 che ha recepito le modifiche al tracciato necessarie per dare ottemperanza alle prescrizioni V.I.A.;
– che con la sottoscrizione dell’atto aggiuntivo, la S.p.A. Autovie Venete ha quindi dato avvio alla progettazione definitiva;
– che successivamente il “Collegamento stradale veloce fra l’autostrada A4 (Casello di Palmanova) e l’Area del Triangolo della Sedia in Comune di Manzano” è stata inserita dalla D.G.R n. 1471 di data 24.06.2009 tra le opere che presentano le caratteristiche di funzionalità rispondenti ai fini di cui all’art. 1, comma 1, lettera c) dell’O.P.C.M. 3702/2008 e s.m.i. e che pertanto sono soggette alle competenze del Commissario Delegato per l’emergenza dell’A4;
– che il Commissario delegato ha quindi approvato il progetto definitivo dell’opera con Decreto n. 210 del 13/12/2012 (pubblicato sul B.U.R. della Regione in data 23/01.2013). L’approvazione commissariale del Progetto definitivo ha costituito ex art. 3 c.2 dell’O.P.C.M. n. 3702/08 e smi anche variante agli strumenti urbanistici locali e dichiarazione di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dei lavori;
– che in data 10.05.2013 è stato pubblicato il bando di gara per la progettazione esecutiva e per l’esecuzione dei lavori;
– che contemporaneamente alla pubblicazione del bando di gara, l’Amministrazione Regionale ha avviato una profonda analisi del contesto territoriale interessato dal collegamento per verificare l’attualità del tracciato proposto alla luce delle modificazioni avvenute nel tessuto socio-economico successivamente alla sottoscrizione del primo verbale di intesa datato 2006;
– che a conclusione dell’analisi di cui sopra, la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia con Delibera n. 518 del 21 marzo 2014 ha richiesto al Commissario Delegato di “valutare l’opportunità di disporre la revoca del bando di gara…” e ha dato mandato “agli uffici della Direzione centrale infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici, università di predisporre, di concerto con la società Autovie Venete S.p.A., una proposta di tracciato di collegamento tra Palmanova e il triangolo della sedia a Manzano che preveda la riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità esistente, finalizzata a garantire il collegamento veloce delle aree interessate con il sistema autostradale regionale nel rispetto delle previsioni del Piano di settore”;
– che con successiva Delibera n. 1535 d.d. 07.08.2014 la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha inoltre disposto “l’immediato avvio delle procedure connesse al rifacimento del ponte sul torrente Torre, prevedendo la redazione di uno stralcio del progetto definitivo del “Collegamento stradale veloce fra l’autostrada A4 (Casello di Palmanova) e l’Area del Triangolo della Sedia in Comune di Manzano” già approvato, che potesse essere messo in gara sulla base delle autorizzazioni già acquisite con il progetto medesimo” e ha poi rinviato “ad un successivo provvedimento l’individuazione del tracciato alternativo secondo le indicazioni fornite dai competenti uffici della Regione di concerto con Autovie Venete S.p.A. e dal R.U.P. dell’opera”;
– che il Commissario Delegato con Decreti n. 282 dd. 27.08.2014 e n. 283 di data 27.08.2014, preso atto delle disposizioni impartite dalla Regione Autonoma Friuli Venezia con le sopra richiamate D.G.R. n. 518/2014 e n. 1535/2014, ha quindi stabilito di non concludere la procedura di gara, ritirando il bando e tutti gli atti connessi e ha contestualmente dato avvio alle procedure relative al rifacimento del ponte sul torrente Torre, comprensivo anche dell’allargamento in sede del tratto di S.P. 50 a ovest del ponte – dalla rotatoria RT03 alla rotatoria RT05 – prevedendo la redazione di uno stralcio del progetto definitivo del “Collegamento stradale veloce fra l’autostrada A4 (Casello di Palmanova) e l’Area del Triangolo della Sedia in Comune di Manzano” già approvato con Decreto n. 210 di data 13.12.2012;
– che come stabilito dalla sopra richiamate D.G.R. n. 518 di data 21.03.2014 e D.G.R. n. 1535 di data 07.08.2014 è quindi necessario individuare un tracciato alternativo che “preveda la riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità esistente, finalizzata a garantire il collegamento veloce delle aree interessate con il sistema autostradale regionale nel rispetto delle previsioni del Piano di settore”;
– che gli uffici della Direzione centrale infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici, edilizia hanno predisposto, di concerto con la società S.p.A. Autovie Venete, una proposta di tracciato alternativo secondo le indicazioni contenute nelle sopra richiamate delibere regionali;
– che il tracciato alternativo è stato sviluppato con il diretto coinvolgimento degli enti territorialmente competenti (comuni firmatari della presente intesa e Provincia di Udine) per mezzo di vari incontri l’ultimo dei quali si è svolto in data 19.01.2016 presso la sede della Regione di Udine;
– che i Comuni territorialmente interessati dalle opere del Collegamento veloce condividono la nuova soluzione progettuale proposta;
– che con deliberazione di Giunta regionale n. ___ del ____ è stato approvato la rimodulazione del progetto che non prevede più la realizzazione di un nuovo collegamento tramite un nuovo ponte sul Natisone, tra la zona industriale di Manzano e il tracciato del collegamento veloce al sistema autostradale regionale;
– ritenuto pertanto necessario, per la centralità nel distretto nonché per la concentrazione di attività produttive del Comune di Manzano e del Comune di San Giovanni al Natisone garantire gli investimenti sul territorio in precedenza previsti dal precedente progetto nell’ottica di poter assicurare anche lo sviluppo di un’importante area industriale a livello regionale;
– precisato che per investimento si deve intendere non solo la realizzazione di opere pubbliche ma anche iniziative volte alla promozione dell’attività industriale del predetto territorio, aggiornando e finalizzando le misure di cui all’art. 14 della L.R. 2/2012 con riferimento alle zone del distretto della sedia individuate dalla Carta degli aiuti a finalità regionale 2014/2020 nonché la previsione di contributi per il riuso, la riqualificazione e la conversione del patrimonio immobiliare esistente, così come elaborato e proposto dai Comuni di Manzano e San Giovanni al Natisone assieme a Confindustria Udine;

tutto ciò premesso e considerato si conviene e si stipula quanto segue

Articolo 1 – Oggetto e finalità

1. La Regione s’impegna a destinare i 24 milioni di euro di risorse regionali, originariamente stanziate per la realizzazione del collegamento stradale veloce Palmanova-Manzano, a seguito della rimodulazione del progetto e nei limiti di quanto non investito con la realizzazione del progetto medesimo sui territori di Manzano e San Giovanni al Natisone, detrazione che non potrà superare in ogni caso il 25% delle risorse regionali, per finanziare un programma di riqualificazione e rigenerazione urbana delle aree industrializzate nei territori dei Comuni di San Giovanni al Natisone e di Manzano;
2. Le modalità operative e di dettaglio per la destinazione puntuale delle risorse regionali liberate come da punto 1, sono demandate ad un successivo accordo tra Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Manzano, Comune di San Giovanni al Natisone e Confindustria Udine.

Fonte: Sito della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *