Home » Comune di San Giovanni al Natisone » Maurig punta sui veicoli elettrici «Parte dell’avanzo per ricaricarli»

Condividiamo con tutti i cittadini l’articolo pubblicato ieri dal Messaggero Veneto di Udine (autore: Gessica Mattalone):

Quindici i punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, che si riunirà giovedì 3 agosto alle 18. Tra i vari temi, si discuterà la mozione presentata da Giusto Maurig a nome del gruppo di Progetto Comune relativa all’uso del cospicuo avanzo di bilancio 2016, che chiude con un avanzo di 3, 2 milioni di euro, di cui 1, 7 disponibili.La minoranza guidata da Maurig chiede l’installazione di colonnine pubbliche di ricarica dei veicoli elettrici, come previsto dalla normativa nazionale e dai recenti regolamenti edilizi, che potrà rappresentare per il paese una marcia in più per il territorio. «Questo permetterà di assolvere quanto promesso da parte dell’amministrazione in materia di protezione ambientale e sostegno nei confronti delle fonti rinnovabili e comporterà un beneficio indiretto all’intero comprensorio comunale, determinato dall’aumento di veicoli che transiteranno sulle nostre aree e che, oltre a pagare la ricarica e creare quindi una rendita diretta per le casse comunali, usufruiranno anche dei servizi commerciali e delle attività produttive», precisa il gruppo di minoranza.Sempre in relazione all’utilizzo dell’avanzo, Progetto Comune suggerisce l’intervento di manutenzione straordinaria su varie strade comunali, da via Corniai a via Campo dello Scovolo, da via Valussi a via Grions, oltre all’implementazione dell’illuminazione pubblica in via Montarezza e di manutenzione di marciapiedi obsoleti con il taglio delle piante in via delle Scuole, in via del Pino e in via del Molino per aumentarne il grado di sicurezza e fruibilità da parte dei cittadini. La minoranza evidenzia anche la necessità di asfaltare strade bianche a sedime ghiaioso come via Piantalunga.Nel frattempo, sempre in termini di sicurezza, si parlerà sempre in questa seduta di videosorveglianza del territorio comunale con l’aggiornamento del relativo regolamento comunale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *